RUSSIA

 
 
 

Russia: incidente centrale termica Norilsk, livello inquinamento supera migliaia di volte la norma

Mosca, 03 giu 16:27 - (Agenzia Nova) - Le concentrazioni di inquinanti nei fiumi, dopo l'incidente alla centrale termica russa di Norilsk, superano abbondantemente i limiti ammissibili. Lo ha dichiarato il direttore dell'Agenzia per la tutela dell'Ambiente russa, (Rosprirodnadzor) Svetlana Radionova, nel corso di una riunione con il presidente, Vladimir Putin, sulla risposta all'emergenza. In seguito ad un incendio scoppiato il 29 maggio, sul territorio della centrale di Norilsk, da un serbatoio sono state versate circa 20 mila tonnellate di gasolio, parte delle quali sono finite nel torrente locale e nel fiume Ambarnaja. "Sono stati prelevati circa 25 campioni, i livelli massimi ammissibili sono stati superati di decine di migliaia di volte nei corpi idrici. Il volume massimo di olio oggi è di 20 centimetri, la lunghezza totale dei corpi idrici dal punto di inquinamento è ora di circa 20 chilometri", ha dichiarato Radionova. Il presidente Putin ha deciso di dichiarare lo stato di emergenza federale a Norilsk, approvando la proposta avanzata dal ministro delle Emergenze, Evgenij Zinichev. Il ministro ha espresso la necessità di attrarre forze e attrezzature a livello federale per eliminare le conseguenze dell'incidente. Il presidente ha sottolineato il disappunto per il ritardo nelle informazioni da parte della società. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE