PAESI BASSI

 
 
 

Paesi Bassi: premier Rutte, sì a viaggi in Italia dal 15 giugno, escluse Svezia e Regno Unito

Amsterdam, 03 giu 22:12 - (Agenzia Nova) - I Paesi Bassi dal 15 giugno riapriranno le frontiere a diversi paesi dell’Unione europea, fra cui l’Italia. Ad annunciarlo il premier olandese, Mark Rutte, nel corso di una conferenza stampa dedicata alla riapertura dei confini dopo l’emergenza imposta dal Covid-19. “Le restrizioni saranno ridotte per i viaggi in Belgio, Croazia, Germania, Italia e nelle sei isole dei Caraibi nel Regno dei Paesi Bassi”, ha detto il premier olandese, confermando la data del 15 giugno come un punto di partenza. “Successivamente”, ha aggiunto, le riaperture verranno “ampliate per includere Austria, Francia, Spagna e Svizzera. Ciò fa parte di un più ampio sforzo europeo per revocare le restrizioni del turismo nella stessa data. Al di fuori dell'Europa, le restrizioni di viaggio rimarranno in vigore”. Restano fuori dal conteggio olandese Regno Unito e Svezia, considerati due paesi in cui i rischi sanitari sono ancora troppo elevati. A partire dal 15 giugno, ha spiegato Rutte, “saranno ammessi nei Paesi Bassi anche i turisti provenienti dall'Ue e dallo spazio Schengen, a eccezione di quelli provenienti da Svezia e Regno Unito”. Rutte ha espresso fiducia nelle persone che vivono nei Paesi Bassi e che rispettano la responsabilità che gli viene data. “Confido che gli olandesi capiscano che insieme dovremo cercare di tenere la situazione sotto controllo”, ha detto il primo ministro. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE