MEDIO ORIENTE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Medio Oriente: vice ministro Sereni, soluzione sostenibile resta cruciale per la stabilità (4)

Roma, 03 giu 16:40 - (Agenzia Nova) - Inoltre, ha proseguito Sereni, “non possiamo ignorare i recenti passi dell’Autorità Palestinese per sospendere tutti gli accordi in vigore con Israele e gli Stati Uniti, con il rischio di una nuova ondata di violenze – che ha già finora causato la morte di un soldato israeliano e due palestinesi. Così come non vanno sottovalutati gli avvertimenti recentemente lanciati proprio da quei paesi arabi che hanno più stretti rapporti politici e di sicurezza con Israele e Stati Uniti, ovvero Egitto e Giordania, i quali hanno ripetutamente stigmatizzato i progetti annessionistici israeliani e ventilato una possibile revisione dei rapporti con lo Stato ebraico”. “Tra i paesi della regione, il regno hashemita rischierebbe di subire il contraccolpo maggiore da un eventuale deragliamento della soluzione a due Stati e dalla messa in atto di iniziative unilaterali di annessione. Si tratta d’altronde di un tema – ha proseguito - che assume rilevanza vitale per la monarchia giordana, anche alla luce delle dirette ripercussioni su numerosi aspetti di politica interna, a partire dalla gestione delle frontiere e del bacino del fiume Giordano, tenendo a mente inoltre che buona parte della popolazione del Paese è di origine palestinese”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE