USA

 
 
 

Usa: coronavirus, 14 giorni di quarantena obbligatoria per i detenuti delle carceri federali

New York, 01 apr 16:19 - (Agenzia Nova) - Il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha ordinato ai detenuti di tutto il Paese di restare confinati nelle proprie celle per due settimane, con lo scopo di rallentare l’epidemia di coronavirus. Il blocco, a partire da domani 2 aprile, riguarda i detenuti delle carceri federali e potrebbe essere esteso nel tempo, secondo quanto dichiarato dal Federal Bureau of Prisons, l'agenzia del dipartimento di Giustizia responsabile dell'assistenza, della custodia e del controllo della popolazione carceraria. Durante questo periodo saranno consentite alcune eccezioni, afferma il dipartimento, nel tentativo di mantenere nella normalità i servizi igienico-sanitari: le riunioni di gruppo saranno limitate ma sarà consentito l’accesso dei detenuti a lavanderia, docce, telefono e computer. Per quanto possibile, saranno mantenuti anche i normali programmi di assistenza psichiatrica e relativi all'istruzione. Al momento, secondo i dati forniti dal governo Usa, nelle carceri federali ci sono 29 detenuti e 30 addetti risultati positivi al Covid-19, la malattia provocata dal coronavirus. Secondo i sindacati e alcuni legislatori, che hanno sollecitato l’immediato rilascio dei detenuti più anziani o a rischio, i numeri reali della malattia sono molto più alti. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE