MEDIO ORIENTE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Medio oriente: Sereni, atti unilaterali metterebbero a rischio ogni ipotesi di pace

Roma, 02 giu 18:25 - (Agenzia Nova) - Migliorare le condizioni dell’economia palestinese significa investire nella pace e nella stabilità, anche se oggi purtroppo si assiste a un deterioramento della situazione che potrebbe mettere completamente in discussione gli accordi di Oslo. Lo ha dichiarato la vice ministro degli Affari Esteri Marina Sereni intervenendo alla video riunione dell’Ad Hoc Liaison Committee, nato nel 1993 dall’accordo di Washington con l’obiettivo di portare allo stesso tavolo americani, israeliani, palestinesi, oltre ai principali attori e organizzazioni internazionali. Lo riferisce la Farnesina tramite una nota. “L’Italia - ha spiegato la vice ministro - è preoccupata dalla prospettiva di annessioni unilaterali da parte israeliana di porzioni della Cisgiordania e della Valle del Giordano. Se attuato, tale piano metterebbe seriamente a rischio ogni possibilità di ripresa dei colloqui di pace diretti. Al tempo stesso, abbiamo anche preso atto con preoccupazione della decisione dell'Autorità Palestinese di porre fine a tutti gli accordi con Israele e Stati Uniti, inclusi quelli nel settore della sicurezza”. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE