FILIPPINE-USA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Filippine-Usa: Manila sospende ritiro da accordo militare Vfa (8)

Manila, 03 giu 05:44 - (Agenzia Nova) - Persino il fronte neoconservatore della classe dirigente Usa, poco entusiasta dei risvolti mercantilisti e non interventisti nella politica estera del presidente Trump, riconosce che nel caso delle Filippine l’inquilino della Casa Bianca ha sostanzialmente ragione: Walter Lohman, esperto interpellato dal think tank conservatore Heritage Foundation, sostiene ad esempio che “francamente, gli Stati Uniti ricavano dalla loro presenza nelle Filippine assai meno di quanto offrano”, anche tenuto conto dell’appoggio fornito dalla base navale di Subic Bay. Gli Usa, spiega Lohman, hanno un interesse significativo nella stabilità delle Filippine e della regione circostante, e per questa ragione hanno assistito Manila durante la battaglia di Marawi; se tale assistenza verrà meno, avverte però l’esperto, a farne le spese saranno soprattutto le Filippine. Tale opinione è condivisa anche da numerosi esperti filippini, come Rommel Banlaoi, direttore del Centro per l’intelligence e gli studi di sicurezza nazionale filippino (Cinss): durante un forum a Quezon City, nella giornata di ieri, Banlaoi ha sottolineato l’importanza della presenza militare Usa ai fini di deterrenza contro le milizie affiliate allo Stato islamico nel sud del paese. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE