LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Libia: per Mosca paesi che hanno inviato forze speciali stanno acuendo il conflitto

New York, 25 set 2016 12:12 - (Agenzia Nova) - La Russia ha condannato i paesi che hanno inviato forze speciali in Libia per addestrare i gruppi armati e ha chiesto che l’autoproclamato esercito nazionale (Lna) non sia “trascurato” nella creazione delle nuove forze di sicurezza del paese. Parlando a New York all’Assemblea generale dell’Onu, il viceministro degli Esteri russo, Gennady Gatilov, ha chiesto di adottare “un approccio sistematico e coerente” alla sicurezza in Libia. “Ci sono problemi in questo settore perché alcuni paesi hanno condotto raid in alcune aree della Libia”, ha detto Gatilov riferendosi ai bombardamenti avviati dagli Stati Uniti a Sirte contro lo Stato islamico. “Hanno anche inviato forze speciali per addestrare i gruppi armati. Questo approccio non fa altro che esacerbare le animosità e le divisioni nel popolo libico”, ha aggiunto Gatilov. “Solo forze di sicurezza unificate e rafforzate possono ricevere l’assistenza militare internazionale nei limiti delle restrizioni imposte dal Consiglio di sicurezza dell’Onu. L’embargo sulle armi dovrebbe essere scrupolosamente rispettato. Allo stesso tempo è importante monitorarlo”, ha detto ancora il rappresentante russo. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE