CINEMA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Cinema: "Favolacce" e "Pinocchio" i film con più candidature ai Nastri d'argento (2)

Roma, 27 mag 13:11 - (Agenzia Nova) - Sei, quest’anno, gli autori delle opere prime in gara - continua la nota - più difficili da scegliere per la qualità e la varietà di uno scouting tra i più interessanti degli ultimi anni: Stefano Cipani con "Mio fratello rincorre i dinosauri", Marco D’Amore con "L’immortale", Roberto De Feo con "Nest", Ginevra Elkann con "Magari", Carlo Sironi con "Sole" e Igor Tuveri (Igort) con "5 è il numero perfetto". Tra i produttori, ricordando che i Nastri per regolamento segnalano solo cinema italiano, escludendo come in ogni categoria le professionalità estere, si voterà tra Marco Belardi (Lotus) e Paolo Del Brocco (Rai cinema) per "Gli anni più belli", Agostino Saccà (Pepito produzioni) insieme al figlio Giuseppe (con Rai cinema, Vision e associati) per la produzione di "Favolacce" e insieme alla figlia Maria Grazia, con Rai Cinema (in associazione con Minerva Group, Evolution people) per la produzione di "Hammamet", Attilio De Razza (Tramp limited) e Giampaolo Letta (Medusa) per "Il primo Natale", Matteo Garrone (Archimede film) e Paolo Del Brocco di Rai cinema (con Raffaella e Andrea Leone) per "Pinocchio" e, dal momento che il regolamento prevede la candidatura di professionalità italiane impegnate in produzioni internazionali, Luca Barbareschi (Eliseo cinema) e, ancora, Paolo Del Brocco (Rai cinema) per il film di Roman Polanski "L’ufficiale e la spia", premiato a Venezia. Già annunciati il Nastro dell’anno per "Volevo nascondermi" di Giorgio Diritti, che premia il regista, i produttori (Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar e Paolo Del Brocco per Rai cinema), lo straordinario protagonista Elio Germano (con un Nastro collettivo per l’intera squadra dei collaboratori tecnici) e il Nastro alla carriera a Toni Servillo. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE