UE

 
 
 

Ue: Gentiloni su fusioni banche e assicurazioni, serve un punto d'equilibrio

Roma, 01 giu 09:49 - (Agenzia Nova) - Sul tema delle fusioni relative a banche e assicurazioni, nel dibattito sulla creazione di grandi agglomerati europei e la salvaguardia degli attori nazionali, trovare un punto di equilibrio non è facile. Lo ha detto il commissario Ue per l’Economia, Paolo Gentiloni, a “24Mattino”. “Ci sono settori strategici: senza alcun dubbio l’Ue deve sostenere le imprese che possano avere un ruolo a livello globale”, ha detto Gentiloni, prendendo come esempio “il settore digitale”, anche se molti sostengono che in quest’ambito “il treno è stato oramai perso, visto che i giganti sono tutti stranieri, ma ciò è vero sino a un certo punto” visto che ci sono “realtà europee che potrebbero avere un ruolo forte a livello globale”. "La forza del modello europeo è il mercato unico con regole di concorrenza e competitività interne che lo hanno reso la zona commerciale più forte al mondo”, ha detto il commissario, sottolineando che quando si parla di “campioni europei” è necessario stare attenti “ed evitare effetti monopolistici e squilibri interni”. (Les)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE