BAMBINO GESù

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Bambino Gesù: l'ospedale dei 'figli del mondo' si racconta. I volti e le storie dei progetti internazionali (3)

Roma, 19 apr 2019 15:46 - (Agenzia Nova) - In Siria “c’è una situazione pesante di malnutrizione”, raccontano i medici. Da lì arriva la storia della piccola Aisha. Aveva bisogno di un trapianto di midollo e grazie agli accordi di assistenza sanitaria internazionale del Bambino Gesù, è arrivata in Italia per ricevere le cure. In Tanzania c’è il team guidato a Mario Zama, responsabile di chirurgia plastica e maxillo-facciale. “Lì i piccoli si ustionano i modo grave soprattutto perché gattonano verso il focolare domestico. Soprattutto i più poveri vivono in case composte da un unico locale. Realizzato in paglia e fango, con al centro il carbone acceso per riscaldarsi. In famiglia si dorme tutti insieme e molto spesso capita che un bambino si sveglia e si avvicina troppo al fuoco, ustionandosi”. “I bambini di tutto il mondo sono i nostri figli, i figli del mondo. Fin quando le nostre forze ce lo permettono noi cerchiamo di andare avanti perché donare sapere è la cosa più bella e importante. È una moneta che non si ossida, che dura e si tramanda nel tempo”, sono le parole di Mariella Enoc, presidente dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù. (npp)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE