INDIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

India: coronavirus, prima fase dei rimpatri dall’estero coinvolgerà 15 mila indiani

Nuova Delhi, 05 mag 13:52 - (Agenzia Nova) - Circa 15 mila indiani bloccati all’estero a causa della pandemia di coronavirus potrebbero tornare nella prima fase dei rimpatri organizzati dai ministeri degli Esteri e dell’Aviazione civile, che comincerà il 7 maggio. Il piano, annunciato ieri, dovrebbe iniziare, secondo un documento del ministero degli Esteri, con 64 voli speciali distribuiti in sette giorni per gli Emirati Arabi Uniti, il Regno Unito, la Malesia, gli Stati Uniti, le Filippine, il Bangladesh, Singapore, il Kuwait, l’Arabia Saudita, il Bahrein, l’Oman e il Qatar. All’interno dell’India, 15 voli avranno come destinazione finale il Kerala, undici Nuova Delhi, undici il Tamil Nadu, sette il Maharashtra, sette il Telangana, cinque il Gujarat, tre il Karnataka, tre il Jammu e Kashmir, uno l’Uttar Pradesh e uno il Punjab. Molti di più sono gli indiani che hanno chiesto di poter tornare: nei soli Emirati sono quasi 200 mila quelli che si sono registrati a questo scopo presso le sedi diplomatiche. Il numero dei rientri nella prima fase potrebbe aumentare con l’invio di navi militari: la Marina ne ha diverse pronte a partire. Tre sono già partite nella notte, dirette nelle Maldive e negli Emirati. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE