EGITTO

 
 
 

Egitto: portavoce Fratelli musulmani si dimette dopo esplosione accidentale in Sudan

Il Cairo, 09 apr 2017 12:33 - (Agenzia Nova) - Il portavoce dei Fratelli musulmani all’estero, Hussein Abdel Qader, ha rassegnato la scorsa notte le dimissioni dopo aver ammesso la responsabilità del movimento in un'esplosione avvenuta a febbraio a Khartoum, in Sudan. Lo riferisce il quotidiano egiziano “Shorouk” riferendo le parole scritte dallo stesso Qader in un post su Facebook. “Le autorità sudanesi hanno arrestato egiziani e cittadini di altre nazionalità per l’esplosione avvenuta accidentalmente in un appartamento di Khartoum durante la fabbricazione di una bomba. L’episodio ha causato il risentimento del governo sudanese, che ha arrestato un ex avvocato dei Fratelli musulmani e decine di membri affiliati al Fronte giovanile di Mohamed Kamal”, ha raccontato Qader. Il leader della Fratellanza ha invitato dunque i membri del gruppo a rispettare le leggi dei paesi nei quali sono ospiti, in particolare in Turchia, Sudan, Malesia e Qatar. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE