FASE 2

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Fase 2: Bonomi (Confindustria) a "La Stampa", senza riforme vere il Paese muore

Roma, 29 mag 11:07 - (Agenzia Nova) - "Sì, lo confermo: sono molto preoccupato", dice il presidente di Confindustria Carlo Bonomi a "La Stampa". "Vedo una politica tutta ripiegata su se stessa - continua - e sui suoi dividendi elettorali. E vedo una classe dirigente che sta vendendo ai cittadini J una grande illusione: passata la pandemia, tutto torna come prima. Bene, voglio dirlo senza giri di parole: non è così. O facciamo le riforme vere, o il Paese muore". Piaccia o no la sua nuova Confindustria, Carlo Bonomi ha una dote sicura: parla forte e chiaro. Ha appena tenuto un discorso durissimo, alla Fiera di Milano. Ma non è pentito. Al contrario. Alza ancora il tiro, sul governo e su un ceto politico che considera "non all'altezza della sfida". Oggi toccherà al governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, che a Palazzo Koch leggerà le sue 'Considerazioni Finali' e ci darà uno spaccato sullo stato della nazione. Nel frattempo faccio osservare a Bonomi che stavolta lui ha picchiato più duro che mai. E il nuovo leader degli imprenditori italiani quasi si stupisce. "Ma no, non ho picchiato duro, ho detto solo quello che penso. L'Italia ha bisogno di un'Operazione Verità. Bisogna dire davvero come stanno le cose. Questo è un momento tragico per tutti, e non eravamo pronti ad affrontarlo. Possiamo uscirne, ma solo se approfittiamo di questa crisi drammatica per cambiare il Paese. Purtroppo è esattamente quello che non sta accadendo". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE