SERBIA-ITALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Serbia-Italia: Frattini a Belgrado, il paese merita “aperture di credito” (2)

Belgrado, 15 apr 2013 14:55 - (Agenzia Nova) - Dal punto di vista economico, l’investimento di Fiat e l’esportazione della 500 L prodotta in Serbia, anche con una prospettiva di apertura del mercato russo, dimostra con i suoi risultati la giustezza dell’operazione per l’economia italiana. L’Italia, ha osservato ancora Frattini, “resta un attore di prima fila in questa regione”, e non è la sola ad avere importanti interessi, “basti pensare alla Germania”. Ecco perché “ la porta deve restare aperta, e le chiusure pregiudiziali sarebbero nocive proprio a causa della crisi”. Frattini ha costruito un rapporto di vicinanza con le autorità serbe, e in particolare con il premier Ivica Dacic, fin da quando in sede europea si è battuto in favore della liberalizzazione dei visti per Belgrado. Adesso le istituzioni serbe hanno chiesto, con questo invito, un “aiuto da un amico”, per proseguire nel cammino europeo e cercare una soluzione alla questione kosovara. (segue) (Seb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE