MALAWI

 
 
 

Malawi: la presidente della Commissione elettorale si è dimessa

Lilongwe, 22 mag 10:03 - (Agenzia Nova) - La presidente della Commissione elettorale del Malawi, Jane Ansah, si è dimessa ad un mese dallo svolgimento delle elezioni presidenziali. Lo riferisce la stampa locale, nel ricordare che lo scrutinio in agenda il prossimo 23 giugno è stato programmato dopo l'annullamento dell'esito del voto di maggio 2019 a causa di "gravi" irregolarità. Le dimissioni di Ansah, accusata dall'opposizione di aver gestito in modo opaco le elezioni presidenziali dello scorso anno, rappresentano una vittoria per i centinaia di manifestanti che nel 2019 sono scesi in strada contro il governo del presidente Peter Mutharika. Benché la funzionaria abbia dichiarato in diretta televisiva di non cedere a pressioni e di rinunciare spontaneamente al suo ruolo, le sue dimissioni hanno fatto l'oggetto per mesi di proteste e richieste da parte dell'opposizione per una maggiore trasparenza elettorale. La scorsa settimana la Corte suprema del Malawi ha confermato la precedente sentenza con cui nel febbraio scorso la Corte costituzionale aveva annullato la vittoria del presidente Peter Mutharika alle ultime elezioni generali, denunciando le irregolarità "diffuse, sistematiche e gravi" registrate in occasione dello scrutinio.

In questo contesto, la Commissione elettorale del Malawi (Mec) ha proposto di anticipare dal 2 luglio al 23 giugno la data per la ripetizione delle elezioni presidenziali, resa necessaria dopo la cancellazione del voto del maggio 2019. L'annuncio è stato dato dall'ormai ex presidente della Commissione, Jane Ansah, secondo cui l’anticipo dello scrutinio consentirebbe al Mec di avere più tempo per il conteggio e la registrazione dei risultati prima del periodo massimo di 150 giorni indicato dalla Corte costituzionale a partire dalla pronuncia della sentenza di annullamento delle elezioni precedenti. Spetterà ora al parlamento decidere se confermare o meno la data. La scorsa settimana il leader dell'opposizione del Malawi, Lazarus Chakwera, ha presentato ufficialmente la sua candidatura per le elezioni presidenziali e ha nominato come suo compagno di corsa il vicepresidente Saulos Chilima. Allo scrutinio dello scorso 21 maggio Chakwera era arrivato secondo e Chilima terzo. Chakwera guida ora una coalizione di nove partiti dell'opposizione, fra i quali il Movimento unito per la trasformazione (Utm) di Chilima. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE