TRASPORTO AEREO

 
 
 

Trasporto aereo: Germania, salvataggio Lufthansa, c'è l'accordo tra governo e azienda

Berlino, 25 mag 11:56 - (Agenzia Nova) - Dopo giorni di trattative, il governo federale e e il gruppo Lufthansa, che fa capo all'omonima compagnia di bandiera tedesca e rischia il fallimento a causa della crisi del coronavirus, hanno raggiunto l'accordo sul piano di salvataggio da nove miliardi di euro proposto dall'esecutivo del cancelliere Angela Merkel. È quanto riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, che cita fonti informate sui fatti. Tuttavia, l'intesa deve ancora essere approvata dal Fondo per la stabilizzazione dell'economia (Kfw), dal consiglio di vigilanza di Lufthansa e dalla Commissione europea. Secondo le ultime indiscrezioni, il salvataggio di Lufthansa si basa su un prestito da tre miliardi di euro erogato a favore del gruppo dal Kfw. Il governo federale dovrebbe acquisire una partecipazione tacita del 20 per cento. Questo passaggio potrebbe essere realizzato attraverso una riduzione del capitale dell'azienda seguita da un suo aumento. Lo Stato otterrebbe poi un'obbligazione convertibile del cinque per cento più un'azione. Tale quota verrebbe scambiata con azioni e sommata alla partecipazione statale del 20 per cento, fornendo al governo federale una minoranza di blocco, soltanto per impedire acquisizioni di Lufthansa da parte di terzi. Intanto, l'esecutivo tedesco avrebbe “ammorbidito” una delle condizioni che già avevano impedito di giungere a un accordo definitivo con Lufthansa. Si tratta dell'obbligo per il gruppo di acquistare tutti gli aerei già ordinati a “un produttore europeo”, ossia il consorzio aerospaziale Airbus. Con un valore di cinque miliardi di euro, la commessa ridurrebbe notevolmente gli aiuti di Stato per Lufthansa, rendendo la proposta del governo federale poco attraente per l'azienda, la cui liquidità diminuisce di giorno in giorno con la perdita di circa un milione di euro all'ora. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE