CINA

 
 
 

Cina: l’ammissione del premier Li, il coronavirus ha esposto fragilità del sistema sanitario

Pechino, 23 mag 11:04 - (Agenzia Nova) - La crisi originata dalla pandemia di coronavirus ha esposto in Cina “molte fragilità” nella gestione pubblica dell’emergenza. Lo ha ammesso il premier Li Keqiang nel suo rapporto di lavoro annuale consegnato all’Assemblea nazionale del popolo, riunita in questi giorni a Pechino. “La gente ha opinioni e raccomandazioni che meritano la nostra attenzione. Dobbiamo impegnarci per migliorare il nostro lavoro, svolgere i nostri compiti efficacemente e fare del nostro meglio per soddisfare le aspettative del nostro popolo”, ha dichiarato il capo del governo cinese. Li ha promesso quindi di rafforzare il sistema sanitario pubblico, attenendosi al principio secondo il quale “la vita è il bene più importante”. Il premier ha anche annunciato una riforma del sistema di controllo e prevenzione delle malattie, in particolare attraverso il miglioramento del sistema preventivo di allarme e attraverso la trasmissione “tempestiva, aperta e trasparente” delle informazioni. Li ha descritto la pandemia di coronavirus come “l’emergenza sanitaria di più rapida diffusione e di più difficile gestione” che la Cina abbia affrontato sin dalla fondazione della Repubblica popolare, nel 1949. Secondo i dati citati dal governo, nel paese sono state contagiate 82 mila persone e 4.600 sono stati i decessi per Covid-19. (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE