USA-CINA

 
 
 

Usa-Cina: Di Maio al “Messaggero”, giusto far luce su virus ma alimentare scontri non aiuta

Roma , 23 mag 09:01 - (Agenzia Nova) - Dall’inizio della crisi “l’Italia ha fatto suo il principio della trasparenza” e trova giusto “fare luce” sull’origine della pandemia di coronavirus, “anche per correggere errori nel futuro”, ma “colpire o alimentare scontri non aiuta”. Lo ha dichiarato il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, in un’intervista rilasciata al “Messaggero”. Il titolare della Farnesina ha fatto riferimento allo scontro in atto tra Stati Uniti e Cina a proposito dell’origine del coronavirus – che Washington sospetta possa essere legata a un “incidente da laboratorio” avvenuto a Wuhan – e sulla gestione della pandemia nelle sue prime fasi. Uno scontro andato in scena anche questa settimana in occasione dell’Assemblea dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), quando è stata adottata una risoluzione per una valutazione su quanto avvenuto all’inizio della crisi. “Siamo stati trasparenti e chiediamo trasparenza a tutti i nostri partner”, ha spiegato Di Maio. Tuttavia, ha aggiunto il ministro, ora “il mondo deve mostrarsi unito davanti a questo virus. E credo sia sempre opportuni affidarsi alla scienza, fermo restando che prendiamo seriamente le preoccupazioni di Washington, nostro principale alleato. Come Italia e insieme all’Ue stiamo quindi condividendo l’iniziativa che una inchiesta autonoma e indipendente, con l’appoggio dell’Oms, sia aperta”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE