GERMANIA-UE

 
 
 

Germania-Ue: il ministro dell'Interno Seehofer, "deluso dalla Commissione sulla politica migratoria"

Germania-Ue: il ministro dell'Interno Seehofer,
Berlino , 22 mag 14:31 - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer ha criticato duramente la Commissione europea, per la quale nutriva “grandi speranze” andate “deluse”, in particolare in materia di politica migratoria. Nel corso di un'intervista rilasciata al settimanale “Der Spiegel”, Seehofer ha affermato: “Posso occuparmi dei salvataggio in mare e dei bambini nei campi profughi in Grecia. Posso lottare per una politica comune in materia di asilo.” Tuttavia, ha evidenziato il ministro dell'Interno tedesco, “questi sono compiti della Commissione europea”. Inoltre, Seehofer ha osservato che, “quando si è trattato di un programma di investimenti europeo” per far fronte alla crisi del coronavirus, “l'iniziativa è arrivata dalla Germania e dalla Francia” e non dalla Commissione europea. Il riferimento è al fondo europeo da 500 miliardi di euro per la ricostruzione dell'Ue dopo la crisi, annunciato il 18 maggio scorso dal cancelliere tedesco Angela Merkel e dal presidente francese Emmanuel Macron. Seehofer ha criticato la Commissione europea anche perché avvierebbe “insolitamente spesso” procedure di infrazione contro gli Stati membri.

A tal riguardo, il ministro dell'Interno tedesco si è chiesto “come dovrebbe essere promossa in questo modo una crescita comune in Europa”. In particolare, Seehofer ha affermato di avere “una scarsa comprensione” per la procedura di infrazione contro la Germania che la Commissione europea sta attualmente valutando di avviare. Si tratterebbe della reazione alla sentenza con cui la Corte costituzionale federale (Bverfg) ha giudicato il programma di acquisto di titoli di Stato dei paesi membri dell'Eurozona (Pspp), attuato dalla Bce dal 2015, in parte in contrasto con la Legge fondamentale tedesca. Seehofer ha quindi annunciato che abbandonerà completamente la politica dopo la fine dell'attuale legislatura, prevista a settembre del 2021 con le prossime elezioni federali. Dopo il voto, ha dichiarato il ministro dell'Interno tedesco, “avvierò un programma di revisione totale di tutto ciò che ho fatto per 50 anni”. Seehofer ha, quindi, concluso: “Sarò apolitico, non mi si troverà in nessun consiglio di vigilanza, non mi si potrà tenere rinchiuso nella politica attuale”.
(Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE