TURISMO

 
 

Turismo: “Faz”, il governo italiano pur di sostenere il settore invita i tedeschi

Berlino, 22 mag 2020 08:15 - (Agenzia Nova) - Pur di sostenere il settore del turismo, tra i motori dell'economia italiana e gravemente colpito dalla crisi del coronavirus, il governo è “persino” disposto a invitare i turisti tedeschi in Italia, che riaprirà le frontiere ai visitatori provenienti dall'Ue e dall'area Schengen dal 3 giugno prossimo. È quanto afferma il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, commentando le recenti dichiarazioni del ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio. In una recente intervista al quotidiano “Bild”, il titolare della Farnesina ha, infatti, invitato i tedeschi a tornare a visitare l'Italia da questa estate, garantendo l'efficacia delle misure di prevenzione del contagio da Sars-Cov2. Per la “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, l'invito di Di Maio stride con la retorica antitedesca che anima i partiti populisti in Italia ed è sempre più diffusa nel paese. La Germania è infatti accusata di egoismo nella crisi attuale e, come baluardo dell'austerità nell'Ue, di impedire al governo di aumentare la spesa pubblica. Un sondaggio di Swg rileva poi che il il 52 per cento degli italiani considera la Cina un paese amico, mentre il 45 per cento giudica la Germania un paese ostile. Tuttavia, nota la “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, la retorica cede il passo alla realtà nella storica relazione di “amore e odio” che lega Italia e Germania. Secondo gli ultimi dati sul turismo in Italia, nel 2018 i tedeschi rappresentavano la maggioranza dei 216 milioni di stranieri che hanno visitato il paese, vale a dire il 27 per cento con circa 59 milioni di pernottamenti. (Geb)

"Ritengo di interpretare il pensiero di tutta la Farnesina, le informazioni e gli approfondimenti di Nova rappresentano uno strumento importante per gli addetti ai lavori"

Luigi Di Maio
Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
18 ottobre 2021


ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE