VIETNAM

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Vietnam: Fmi prevede crescita economica del 2,7 per cento nonostante la pandemia (6)

Hanoi, 20 apr 07:29 - (Agenzia Nova) - Tra le principali istituzioni ad aver già lanciato l’allarme in merito all’andamento tendenziale della macro-regione asiatica figura la Banca mondiale, che in un rapporto pubblicato il 31 marzo scorso ha delineato una serie di scenari: quello di base prevede una crescita del pil regionale del 2,1 per cento nel 2020, ma traccia anche uno scenario peggiore, che vedrebbe la macro-regione scivolare in una recessione dello 0,5 per cento. Si tratta in ogni caso di dati assai preoccupanti, dal momento che nel 2019 l’Asia-Pacifico ha conseguito una crescita del 5,8 per cento, contribuendo in misura determinante a mantenere l’economia globale in una traiettoria di modesta espansione. Per quanto riguarda la Cina, la Banca mondiale ritiene che la crescita della prima economia asiatica potrebbe attestarsi quest’anno al 2,3 per cento, ma nel peggiore dei casi addirittura allo 0,1 per cento, contro il 6,1 per cento registrato nel 2019. Il rapporto avverte che l’Asia è soggetta ad una “combinazione inusuale di eventi distruttivi che si rafforzano a vicenda”, e per tale ragione “le ricadute economiche appaiono inevitabili in tutti i paesi”. Secondo la Banca, “il contenimento della pandemia potrebbe consentire una ripresa sostenuta nella regione, ma i rischi tendenziali derivanti dai mercati finanziari rimarrebbero comunque elevati”. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE