SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: Libia-Algeria, colloquio Siala-Boukadoum su operazione europea Irini e coronavirus

Tripoli, 10 apr 15:30 - (Agenzia Nova) - Il ministro degli Esteri del Governo di accordo nazionale libico (Gna), Mohamed Siala, ha intrattenuto ieri una conversazione telefonica con la controparte algerina, Sabri Boukadoum. Secondo quanto rende noto il ministero degli Esteri del Gna, nel corso del colloquio i due ministri hanno discusso dell'operazione Irini dell'Unione europea per monitorare l'embargo sulle armi in Libia, nonché dei meccanismi di coordinamento per contrastare il coronavirus. Il ministro algerino ha espresso "comprensione" da parte del suo paese della posizione del Gna, "secondo cui questa operazione dell'Ue dovrebbe includere il monitoraggio delle frontiere terrestri libiche con l'Egitto e il monitoraggio dello spazio aereo in Cirenaica", ha dichiarato il ministero libico in una nota. Il colloquio tra i due ministri ha anche toccato "i meccanismi di pieno coordinamento tra i due paesi per affrontare il coronavirus e le misure adottate per limitarne la diffusione". La nuova missione europea, lanciata lo scorso 31 marzo, è ancora in fase di definizione, ma ci sono già alcune certezze: le navi europee torneranno a solcare il mare davanti alle coste della Libia dopo oltre un anno di stop; ci sarà una sorveglianza radar e satellitare per vigilare sul rispetto dell’embargo delle Nazioni Unite sulle armi non solo via mare, ma anche via area e via terra; in caso di salvataggi di migranti in mare, gli sbarchi non avverranno più in Italia. L’obiettivo principale della missione resta quello di impedire la fornitura di armi sia a Tripoli che a Bengasi, in egual maniera. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE