MEDIO ORIENTE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Medio Oriente: bassi prezzi del petrolio e coronavirus, la crisi economica si abbatte sui paesi arabi

Roma, 10 apr 15:00 - (Agenzia Nova) - I bassi prezzi del petrolio e la crisi dovuta alla pandemia di Covid-19 saranno nel 2020 le principali cause di una pesante congiuntura economica negativa in Nord Africa e Medio Oriente (la cosiddetta area Mena). E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto della Banca mondiale sull’economia nei paesi dell’area Mena, pubblicata sul sito web dell’istituzione finanziaria internazionale. Le previsioni rivedono la crescita del prodotto interno lordo dell’area al ribasso dell’1,1 per cento rispetto al 2,6 per cento pronosticato nell’ottobre 2019. La situazione dovrebbe migliorare a partire dal 2021, quando è attesa un'espansione del Pil pari al 2,1 per cento, ma molto dipenderà dall’andamento della pandemia. Il rapporto della Banca mondiale evidenzia in particolare la concomitanza tra due choc, ossia la pandemia da coronavirus e l'abbassamento dei prezzi del greggio. Nello specifico, la crisi si abbatte sull'economia regionale in quattro modi principali: peggioramento della salute pubblica, calo su scala globale della domanda per i beni e i servizi della regione, diminuzione della domanda interna all'area Mena e il crollo del barile di greggio. Stando al rapporto, tuttavia, le ridimensionate previsioni di crescita non sono strettamente correlate a quest'ultimo fenomeno, poiché paesi più pronti ad affrontare e mitigare la pandemia vivranno probabilmente una decrescita minore. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE