UE

 
 
 

Ue: Garavini (Iv-Psi), da eurogruppo oltre 500 miliardi, ora basta demagogia

Roma, 10 apr 14:47 - (Agenzia Nova) - La senatrice Laura Garavini, presidente della commissione Difesa di palazzo Madama e vicepresidente vicario del gruppo di Italia viva-Psi, sottolinea che "le conclusioni dell’eurogruppo portano in dote più di 500 miliardi da poter investire a livello europeo contro l’emergenza sanitaria. Risorse concrete, delle quali l’Italia ha grande bisogno". La parlamentare, poi, prosegue: "Ciò di cui invece il sistema Paese non sente l’esigenza sono le polemiche strumentali messe in campo da diverse forze politiche contro l’Europa. Il Fondo salva Stati è il primo strumento disponibile al quale possiamo ricorrere nel giro di appena un paio di settimane. E garantisce all'Italia almeno 35 miliardi di liquidità. Risorse utilizzabili senza venire sottoposti a vincoli di sorta, se non che i crediti ottenuti servano per la prevenzione e la cura del coronavirus. Appare quindi assurdo che, davanti a numeri di questa portata, una parte della politica si ostini su posizioni demagogiche". L'esponente di Italia viva definisce, inoltre, "molto positivo anche il fatto che si sia potenziata la possibilità di ricorrere alla Banca europea per gli investimenti e l’istituzione del fondo per la cassa integrazione. Per quanto sia necessario un lasso di tempo maggiore affinché vi si possa dare attuazione concreta, sono misure molto valide, che possono essere di importante supporto all'Italia in una fase emergenziale come questa. Stessa cosa, là dove si arrivi ad implementarlo, il Recovery found". Per Garavini, "un obiettivo mancato, sul quale come Italia viva ci auguriamo invece che ci possano essere margini di riuscita in sede di Consiglio europeo la prossima settimana, è il superamento del limite del 2 per cento del Prodotto interno lordo per l’utilizzo del Mes. Piuttosto che demonizzarlo, è invece il caso di potenziare l’utilizzabilità del Meccanismo europeo di stabilità, perché vorrebbe dire dotare il nostro paese di maggiori fattivi strumenti di investimento" La senatrice di Iv, infine, conclude: "Per ottenere traguardi tangibili e utili all'Italia, non serve inveire contro l'Unione. Né dipingere l'Europa come un continente a due facce, diviso tra Nord e Sud. Ciò che premia, invece, è la serietà ai tavoli di lavoro, garantita anche in questa occasione dal ministro Gualtieri". (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE