LIBIA

 
 
 

Libia: Banca mondiale prevede una grave recessione del -19,4 per cento del pil nel 2020

Tripoli, 10 apr 12:53 - (Agenzia Nova) - La Banca mondiale prevede che il prodotto interno lordo (Pil) della Libia subirà una fortissima contrazione del 19,4 per cento nel 2020. Nel suo ultimo rapporto sull’economia nei paesi del Medio Oriente e del Nord Africa (Mena), l’istituto finanziario internazionale sottolinea come il conflitto del paese sua “diventato una guerra per procura, il che complica le prospettive di pace e ripresa”. La produzione di petrolio, peraltro, “si è interrotta quando il settore è stato utilizzato per guadagni politici di parte, il che ha aggravato la situazione economica e le difficoltà della popolazione”. Di conseguenza, prosegue la Banca mondiale, “il quadro macroeconomico è instabile in quanto sia il bilancio fiscale che le partite correnti presenteranno deficit nel 2020”, rispettivamente del -29,3 per cento e del -36,7 per cento del Pil. Le prospettive sono dunque incerte, esacerbate anche dagli effetti della Covid-19 a livello globale e nazionale. “È necessaria una risoluzione politica per attuare le riforme richieste per una crescita guidata dal settore privato e la creazione di posti di lavoro”, conclude l’analisi della Banca mondiale che non presenta alcuna stima per la crescita economica libica per il 2021, limitandosi a stimare un 1,4 per cento del pil a partire solo dal 2020. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE