UE

 
 
 

Ue: imprenditore tedesco Wuerth, sì a eurobond per pace e libertà in Europa

Berlino, 09 apr 08:00 - (Agenzia Nova) - Tra gli imprenditori tedeschi di maggiore successo con un patrimonio stimato a miliardi di euro, Reinhold Wuerth si è detto favorevole all'introduzione degli eurobond come strumento per far fronte alla crisi provocata dalla pandemia di coronavirus. Nel corso di un'intervista rilasciata al quotidiano “Handelsblatt”, Wuerth ha manifestato preoccupazione per il futuro dell'Ue e delusione per la politica europea condotta dalla governo federale “negli ultimi mesi e anni”, definendola “un'enorme catastrofe”. In particolare, Wuerth ha dichiarato: “In Germania, non vogliamo gli eurobond, un ministro della Difesa europeo, un ministro delle Finanze europeo e certamente non un ministro degli Esteri europeo. Per me, questo dimostra l'ottusità con cui il governo federale lavora”. Wuerth ha quindi messo in guardi dal crescente nazionalismo nell'Ue, aggiungendo di non vedere alternative di lungo periodo a una “unità politica” più forte in Europa. L'Ue non deve, infatti, essere “schiacciata” tra Stati Uniti, Russia e Cina. Secondo Wuerth, la Germania ha, dunque, “il dovere di scavare a fondo nelle proprie tasche per la stabilità e la potenza dell'Ue”. È, quindi, in tale prospettiva che devono essere emessi gli eurobond, per un valore che Wuerth suggerisce a cinquemila miliardi di euro. Per Wuerth, “se vogliamo continuare a vivere in pace e libertà in Europa”, la Germania può anche essere “responsabile per i debiti dell'Italia o di altri paesi beneficiari”. Infine, Wuerth si è detto pronto a finanziare le filiali del proprio gruppo in Italia e Spagna, tra i paesi dell'Ue più gravemente colpiti dal coronavirus, qualora si rendesse necessario”. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE