SIRIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Siria: Pompeo, rapporto Opac su armi chimiche si aggiunge alla lunga lista di prove contro Damasco

New York, 09 apr 08:18 - (Agenzia Nova) - Il rapporto dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) sull’utilizzo di armi chimiche in Siria è l’ultimo elemento “di un ampio e crescente ventaglio di prove” contro il governo di Damasco fedele al presidente Basahar al Assad. Lo ha detto il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, commentando le conclusioni del rapporto redatto dalla squadra speciale dell’Opac divulgato ieri. In una dichiarazione, il capo della diplomazia Usa ha detto che il governo della Siria "detiene sufficienti sostanze chimiche - in particolare sarin e cloro - e ha le competenze produrre e distribuire armi e munizioni”. Un portavoce del dipartimento di Stato ha detto in videoconferenza stampa che, alla luce del rapporto dell’Opac, le azioni di Washington contro il governo siriano saranno di natura “politica, diplomatica ed economica”, inclusa la possibilità di introdurre nuove sanzioni contro Damasco e i suoi sostenitori. E’ difficile, tuttavia, che venga approvata una nuova risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unito, dal momento che “la Russia, solitamente sostenuta dalla Cina, ha bloccato finora ogni tentativo di ritenere responsabili il regime di Assad e i suoi alleati, che includono la stessa Russia insieme all’Iran”, ha aggiunto il portavoce. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE