SPECIALE ICT

 
 
 

Speciale Ict: Digital divide, ecco il piano europeo per eliminarlo

Bruxelles, 12 lug 2017 17:30 - (Agenzia Nova) - Nell’era digitale ancora troppi paesi non sono in linea con l’Unione Europea per quanto riguarda l’eliminazione del “digital divide”. Non è ammissibile che vi siano ancora luoghi scoperti dalla connessione e che un cittadino europeo si trovi a dover pagare costi di connessione ancora troppo elevati, sia da “device” mobili che da quelli fissi con piano in abbonamento. Il problema poi è particolarmente sentito quando ci si sposta, quindi quando si viaggia, ma l’Ue sta già lavorando alla soluzione con il progetto WiFi4EU, attualmente ancora sotto esame, in discussione proprio in questi giorni in Commissione europea. L’obiettivo del progetto è fornire una connessione gratuita, veloce e soprattutto sicura sia per i cittadini che per i turisti che si trovino all’interno dell’Ue. La connessione sarà fruibile in tutti i luoghi pubblici, come piazze, parchi, stazioni, ma anche musei e biblioteche che potrebbero essere serviti da una rete wi-fi accessibile da tutti i tipi di device. L’obiettivo è ambizioso: far superare il “digital divide” a tutti i paesi membri dell’Ue, vale a dire eliminare quelle che sono le differenze nelle opportunità di accesso alla rete.

Per realizzare il progetto la Commissione europea dovrà collaborare con le amministrazioni dei comuni locali o con tutti i gestori degli spazi pubblici che faranno richiesta mediante una procedura online e che, in base a determinati criteri, riceveranno quindi dei finanziamenti. Con questi finanziamenti verranno realizzati nuovi punti d’accesso pubblici a internet mediante acquisto di attrezzature e la loro installazione. Il costo della connettività, quindi l’abbonamento a internet, sarà a loro carico. Nella fase di lancio verranno stanziati dall’Unione Europea ben 120 milioni di euro, non appena il progetto sarà approvato dalla Commissione, comunque le tempistiche portano inevitabilmente verso il 2019. Naturalmente ci saranno dei criteri in base ai quali saranno erogati i finanziamenti. Si valuteranno certamente le attività inerenti lo sviluppo dei servizi digitali ad opera degli enti che svolgono un servizio pubblico, quindi soprattutto quelli che sviluppano servizi digitali in ambito turistico, medico e amministrativo.

L’Italia è ben messa sotto questo aspetto. Esiste infatti un’iniziativa tutta locale dal nome “Italia WiFi”, un progetto portato avanti dall’Agenzia per l’Italia Digitale, il ministero dello Sviluppo economico ed il ministero per i Beni culturali e ambientali e il turismo, che ha l’obiettivo di sviluppare un’app che possa interagire con 28 mila “internet point” situati in luoghi pubblici quali piazze, treni, hotel, ristoranti, musei dislocati su tutto il territorio nazionale e fruibili con un’unica password. L’Italia è uno dei paesi europei in cui il costo standard della connessione ad Internet è tra i più alti. Risulta importante quindi aggiornarsi sulle offerte promozionali dei vari provider per ottenere un rapporto tra prezzo dell’abbonamento telefonico e stabilità/velocità della connessione soddisfacente. Confronta le migliori offerte solo adsl su cartedipagamento.com. (Red)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE