FILIPPINE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Filippine: secondo sindaco ucciso in due giorni, vicepresidente Robredo chiede unità contro la “cultura della violenza”

Manila, 04 lug 2018 06:26 - (Agenzia Nova) - La vicepresidente delle Filippine, Leni Robredo, ha rivolto oggi un appello all’unità per combattere la diffusione della “cultura della violenza” nel paese. “Credo che molti di noi avvertano rabbia e odio ad ogni notizia di una nuova uccisione”, ha detto la vicepresidente “Dobbiamo impedire che il nostro paese scivoli in una condizione di conflitto generalizzato. In questo momento, l’unione delle nostre voci è la difesa più efficace contro la cultura della violenza e gli omicidi”, ha aggiunto Robredo. Le dichiarazioni della vicepresidente e leader del Partito liberale filippino ha commentato così l’uccisione in un agguato del sindaco di General Tinio, Ferdinand Bote. Appena un giorno prima un altro sindaco filippino, Antonio Halili, noto per la sua linea dura contro i crimini di droga, era stato ucciso da un cecchino durante una cerimonia pubblica. Robredo, con una carriera di avvocato per i diritti umani, ha denunciato anche la scia di uccisioni di senzatetto e sacerdoti nel paese (tre dallo scorso dicembre). (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE