GIAPPONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Giappone: caso Ghosn, viceministro Giustizia si recherà a Beirut

Tokyo, 28 feb 05:36 - (Agenzia Nova) - Il ministro della Giustizia del Giappone, Masako Mori, ha annunciato oggi che il suo vice, Hiroyuki Yoshiie, si recherà Nel Libano, dove ha trovato rifugio, sottraendosi alla giustizia giapponese, l’ex presidente di Renault e Nissan, Carlos Ghosn. Il viceministro giapponese dovrebbe incontrare lunedì 2 marzo il ministro della Giustizia del Libano, Marie-Claude Najim, per discutere l’estradizione di Ghosn verso il Giappone, dove il manager è accusato di gravi reati finanziari. “Dobbiamo considerare diversi elementi, inclusa la normativa del Libano e la posizione del Giappone”, ha dichiarato Mori. “Vorremmo che il Libano comprendesse il sistema di diritto penale del Giappone, e che i due paesi rafforzassero la cooperazione nell’ambito giuridico”. Tokyo ha già avanzato una richiesta di estradizione tramite l’Interpol, ma Beirut non sembra propensa a consegnare Ghosn alle autorità giapponesi. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE