MEDIO ORIENTE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Medio Oriente: dalla Libia allo Yemen, il coronavirus non ferma i conflitti (8)

Roma, 30 mar 16:35 - (Agenzia Nova) - Non si tratta del primo attacco missilistico degli Houthi contro l’Arabia Saudita. Quello di ieri sera, tuttavia, sembra avere il chiaro obiettivo di far fallire la tregua cui le parti in conflitto avevano aderito. Questo, per lo meno, è il giudizio del portavoce della coalizione a guida saudita, Turki al Maliki, secondo cui i due missili di sabato sera “mostrano le vere intenzione degli Houthi e dell’Iran”. “L’escalation dimostra come gli insorti non abbiano alcuna intenzione di impegnarsi ad adottare misure che rafforzino la fiducia tra le parti e permettano di raggiungere una soluzione politica”, ha osservato l’ufficiale. Al momento, in ogni caso, il conflitto non accenna a diminuire d’intensità. Dall’inizio della guerra si calcola che almeno 100 mila persone abbiano perso la vita in Yemen. Taha al Mutawakel, ministro della Sanità del Governo di salvezza nazionale proclamato dagli Houthi a Sana’a, ha affermato lo scorso 21 marzo che il 93 per cento delle attrezzature mediche nel paese sono fuori uso. (Gmr)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE