GIAPPONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Giappone: coronavirus, banditi ingressi da Stati Uniti, China e Corea del Sud

Tokyo, 30 mar 05:44 - (Agenzia Nova) - Il governo del Giappone intende irrigidire ulteriormente i provvedimenti di restrizione agli ingressi tesi a contrastare la pandemia di coronavirus: il paese verrà chiuso ai cittadini stranieri in arrivo dagli Stati Uniti, da gran parte dell’Europa e dagli interi territori della Cina e della Corea del Sud, secondo fonti governative citate oggi dall’agenzia di stampa “Kyodo”. Ad oggi è già in vigore in Giappone il divieto d’ingresso da alcune aree di Cina e Corea del Sud, come la provincia di Hubei e la città sudcoreana di Daegu, e da 21 paesi europei. Il Giappone ha imposto anche un divieto all’ingresso di tutti i viaggiatori stranieri provenienti dall’Iran. Abe ha tenuto una conferenza stampa dal neoistituito Quartier generale per la risposta al coronavirus il 25 marzo, spiegando che ai visitatori in arrivo dal Sud-est asiatico, dal Medio Oriente e dall’Africa, così come a quelli dagli Stati Uniti, verrà richiesta una quarantena volontaria di 14 giorni. Come per la Corea del Sud e la Cina, il provvedimento include la revoca dei visti d’ingresso già concessi. L’annuncio segue un aumento dei casi di contagio nel paese e in particolare a Tokyo. La governatrice della capitale, Yuriko Koike, ha chiesto ai residenti di rimanere a casa nei fine settimana per limitare la propagazione del virus. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE