SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: Iraq, Brigate Hezbollah negano ruolo in attacco di ieri alla Zona verde

Baghdad, 27 mar 16:00 - (Agenzia Nova) - Le Brigate Hezbollah, gruppo armato iracheno allineato all'Iran, negano di essere dietro il lancio di razzi di ieri mattina contro la Zona verde di Baghdad, l'area della capitale che ospita i principali edifici governative e le più importanti sedi diplomatiche straniere. Abu Ali al Askari, responsabile della sicurezza della sigla armata, ha definito l'attacco "sbagliato nel tempo e nei modi", soprattutto se l'obiettivo dell'azione era l'ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad. "Se poi l'obiettivo erano le istituzioni della sicurezza irachena, si tratta di un atto criminale", ha aggiunto Al Askari nel suo messaggio. I due razzi piovuti ieri sulla Zona verde provenivano dall’area di al Nahda, sempre nel centro di Baghdad. Dopo la caduta dei razzi sono scattate le sirene d’allarme dell’ambasciata statunitense, già oggetto lo scorso 31 dicembre di un assalto da parte di militanti sciiti legati a varie sigle filo-iraniane. L’episodio ha preceduto di pochi giorni il raid con cui gli Stati Uniti hanno ucciso lo scorso 3 gennaio il generale iraniano Soleimani e del leader delle Brigate Hezbollah Abu Mahdi al Muhandis. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE