CORONAVIRUS

 
 
 

Coronavirus: Israele, casi aumentano a 3.460, Netanyahu pensa a nuove restrizioni

Gerusalemme, 28 mar 11:05 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dato istruzioni di inasprire ulteriormente le restrizioni per fermare la diffusione del nuovo coronavirus. “Se non vedremo un cambiamento nella percentuale di infezioni nei prossimi due giorni, non potremo fare altro che arrestare completamente il paese", ha detto il capo del governo, citato dal quotidiano “Jerusalem Post”. Il ministero delle Finanze sta già lavorando a un piano per gestire un'ulteriore riduzione della forza lavoro. Netanyahu ha ordinato un rafforzamento delle misure restrittive nei supermercati e nelle farmacie per garantire che le direttive del ministero della Sanità - non più di dieci persone insieme nello stesso luogo e ciascuna a due metri di distanza dall'altra - siano rispettate. Ulteriori restrizioni, ha affermato il primo ministro, dovrebbero essere adottate entro le prossime 48 ore. Il bilancio delle vittime di Covid-19 nello Stato ebraico è intanto salito a dodici, mentre le persone positive sono 3.460: un numero considerevole ma inferiore alle aspettative. Il ministero della Salute, intanto, aumenterà il numero dei test a 30.000 al giorno entro il prossimo mese. Ieri sono stati effettuati circa 6.000 tamponi, mentre la prossima settimana dovrebbero essere compiuti circa 10.000 esami al giorno. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE