ISRAELE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Israele: dimissioni presidente parlamento e coronavirus portano a nuova crisi istituzionale (4)

Gerusalemme, 25 mar 16:55 - (Agenzia Nova) - Dopo la ripresa dei lavori dell’aula, il 23 marzo scorso la Knesset ha approvato con 61 voti a favore e 59 astenuti l'istituzione della Commissione per gli accordi, che si occupa di questioni procedurali e istituisce altre commissioni parlamentari chiave. Il voto è stato boicottato dal Likud e dai partiti alleati. Nella stessa giornata la Corte suprema ha intimato a Edelstein di indire il voto per individuare il suo successore oggi, 25 marzo. Edelstein avrebbe dovuto rispondere nella stessa giornata, ma nel caso di risposta negativa, la Corte suprema lo avrebbe obbligato a consentire il voto. Tuttavia, le dimissioni di oggi di Edelstein avranno effetto fra 48 ore, quindi l’elezione di un nuovo presidente del parlamento avverrà probabilmente la prossima settimana e forse persino dopo il termine del mandato di formare il governo affidato a Gantz. I tentativi di posticipare il voto del presidente del parlamento sono in contrasto con quanto previsto dall'articolo 13 della Costituzione, secondo cui "il presidente del parlamento deve essere eletto non oltre la data in cui la Knesset è convocata allo scopo di formare il governo". (segue) (Mom)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE