SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: strage di militari in Ciad e Nigeria, Boko Haram infligge un duro colpo alle forze anti-jihadiste regionali
 
 
N'Djamena, 26 mar 16:00 - (Agenzia Nova) - Il duplice attacco sferrato da Boko Haram in Ciad e in Nigeria negli ultimi giorni, che ha provocato la morte di quasi 150 militari, ha inflitto un duro colpo alla risposta regionale al terrorismo nel Sahel. Nella notte fra domenica e lunedì scorsi almeno 92 militari del Ciad sono morti in un attacco condotto da militanti di Boko Haram nella località di Boma, nella regione del lago Ciad, al confine con Niger e Nigeria. A distanza di poche ore, un’imboscata organizzata dai jihadisti dello stesso gruppo nella località di Gorgi, situata nello stato nigeriano nordorientale di Yobi, al confine con il Ciad, ha causato la morte di almeno 47 militari nigeriani. Quest’ultimo attacco è avvenuto al passaggio di un convoglio militare che trasportava bombe e altre munizioni dalla città di Maiduguri, capoluogo dello stato di Borno, che è considerato il quartier generale di Boko Haram in Nigeria, mentre l'attacco in Ciad è stato condotto in maniera più articolata risultando perfino più cruento. L'attacco di Boma, secondo quanto riferito da fonti militari citate dai media locali, è infatti durato almeno sette ore e si è concluso dopo l'arrivo dei rinforzi da parte dell'esercito ciadiano. Negli scontri sono andati distrutti 24 veicoli dell'esercito, inclusi veicoli corazzati. “È stato l’attacco più mortale mai subito dal nostro paese”, ha dichiarato il presidente Idriss Deby, recatosi sul posto il giorno successivo per valutare la situazione. Il capo dello Stato ha ricordato che “è la prima volta che perdiamo un così alto numero di uomini”, nonostante l’esercito ciadiano abbia affrontato nella sua storia numerosi attacchi. Come prima conseguenza del massacro, l’esercito del Ciad ha deciso di schierare truppe aggiuntive al confine con la Nigeria per rafforzare la sicurezza nell’area del lago Ciad, già teatro in passato di attacchi sia contro i civili che contro le postazioni militari. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..