MIGRANTI
Mostra l'articolo per intero...
 
Migranti: Ue sostiene la Grecia con rafforzamento Frontex e fondi per 350 milioni di euro
 
 
Atene, 03 mar 17:47 - (Agenzia Nova) - Solidarietà dei vertici istituzionali dell’Unione europea alla Grecia che deve far fronte ad una nuova emergenza migratoria e la disponibilità al dispiegamento di una squadra di pronto intervento per rafforzare le frontiere esterne dell’Unione europea, grazie anche allo stanziamento di 350 milioni di euro da offrire, subito, alle autorità di Atene. Questo l’aiuto offerto dalla presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, dal presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, dal presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, al premier greco, Kyriakos Mitsotakis, nell’ambito della visita al valico di frontiera di Kastanies che si trova al confine turco della Grecia. Una presenza simbolica voluta dal governo di Atene per via della crescente tensione nel paese, dopo che da giorni migliaia di profughi stanno cercando di attraversare il confine che porta dritto all’Europa. Flussi che si devono all’apertura delle frontiere disposta dalla Turchia, che si dice insoddisfatta delle risorse già stanziate dall’Ue nel quadro della dichiarazione sottoscritta il 18 marzo del 2016 per la gestione dei flussi migratori. Una mossa che ha riportato il paese ellenico al centro di una forte pressione migratoria per la riapertura, di fatto, della cosiddetta “rotta balcanica” dei migranti, con nuove tensioni sia a livello interno che nei rapporti già burrascosi con la Turchia. I centri di accoglienza, da tempo saturi nelle isole dell’Egeo orientale e il crescente malcontento da parte delle popolazioni locali, insieme ad uno scambio di accuse con la Turchia, nella responsabilità di alcuni episodi ai confini, ha riportato la Grecia al centro del dibattito europeo. (segue) (Gra)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..