MIGRANTI
Mostra l'articolo per intero...
 
Migranti: Ue contro strumentalizzazioni politiche, porre fine a crisi umanitaria in Siria
 
 
Zagabria, 06 mar 16:10 - (Agenzia Nova) - Solidarietà e sostegno ai paesi dell’Ue in prima linea nel fronteggiare la nuova ondata migratoria ai confini esterni e condanna dell’uso strumentale dei migranti per fini politici da parte della Turchia. Questi i due punti centrali della dichiarazione congiunta adottata oggi a Zagabria dai ministri degli Esteri dell’Ue nel Consiglio straordinario convocato dall’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza Joseph Borrell su richiesta della Grecia. Dall’altra parte, i ministri degli Esteri dell’Ue riconoscono l’onere importante che la Turchia ha compiuto “nell'ospitare 3,7 milioni di migranti e rifugiati”, e la questione prioritaria legata alla situazione umanitaria a Idlib ed alla necessità di una soluzione politica alla crisi in Siria. Borrell ha annunciato quindi la decisione di organizzare per il 29 e 30 giugno a Bruxelles la quarta conferenza sul sostegno al futuro della Siria. L’Alto rappresentante Ue ha inoltre ricordato che "all'inizio della settimana abbiamo annunciato 60 milioni di euro in più per i siriani rifugiati nel nord ovest della Siria" e ha spiegato che oggi "il limite" non sono le risorse, quanto "la capacità logistica di portare medici, cibo, rifugi" alle persone che ne hanno bisogno. In riferimento all’accordo di ieri Mosca e Ankara, Borrell ha annunciato di volersi recare “il prima possibile” in visita in Russia e ha auspicato che “questo cessate il fuoco dia una possibilità in più per far arrivare gli aiuti”. Secondo quanto sottolineato dai ministri degli Affari esteri Ue nella dichiarazione congiunta adottata oggi a Zagabria, l'accesso sicuro, sostenuto e immediato alle popolazioni bisognose deve continuare ad essere abilitato, nel pieno rispetto del diritto internazionale umanitario e per questo l'Ue "chiede vivamente l'estensione della risoluzione 2165 del Consiglio di sicurezza Onu per l'accesso transfrontaliero", così da garantire che l'assistenza umanitaria, comprese le forniture mediche e chirurgiche, raggiunga le persone bisognose in tutta la Siria attraverso le strade più dirette. (segue) (Zac)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..