SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Libia, Borrell, non c'è accordo su missione Irene, questioni pendenti su sbarchi migranti
 
 
Bruxelles, 24 mar 15:00 - (Agenzia Nova) - Non c'è ancora un accordo sull'operazione Irene, nata sulle ceneri di Sophia, per controllare il rispetto dell'embargo di armi verso la Libia. Lo ha detto l'Alto rappresentante dell'Unione europea per la politica estera e di sicurezza, Josep Borrell, in una conferenza stampa dopo il Consiglio Affari esteri che si è tenuto in videoconferenza. Borrell ha spiegato che il Consiglio si è tenuto in video ed "è stato un incontro informale" e "come tale le decisioni non possono essere prese", anche se nei prossimi giorni potranno essere comunicati alcuni accordi politici in forma scritta. "L'agenda si è focalizzata sulla risposta al coronavirus, ma si è discusso anche di Turchia, Siria e Libia", ha dichiarato Borrell. "Sull'operazione Irene abbiamo fatto il punto della situazione in cui ci troviamo", ha aggiunto il responsabile della diplomazia dell'Ue. Borrell ha sottolineato che il lavoro va avanti da quando è stato raggiunto l'accordo politico a febbraio. Da allora, ha aggiunto l'Alto rappresentante della politica estera dell'Ue, "sono stati fatti molti progressi, ma ci sono delle questioni ancora sospese". Borrell ha aggiunto: "Mi dispiace, ma non posso dire che abbiamo finito il nostro lavoro. Spero che lo finalizzeremo a breve, ma ci sono delle questioni pendenti e non c'è un accordo tra gli Stati membri. Queste questioni pendenti riguardano principalmente sulle procedure di sbarco" di migranti eventualmente salvati in mare dalle navi di questa nuova operazione. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..