GUINEA-CONAKRY
Mostra l'articolo per intero...
 
Guinea-Conakry: violenze nel giorno del referendum costituzionale, l'opposizione boicotta il voto (7)
 
 
Conakry, 23 mar 18:25 - (Agenzia Nova) - In un simile scenario, l'organizzazione non governativa Human Rights Watch (Hrw) ha di recente sollecitato il governo della Guinea a garantire il diritto di manifestare dei suoi concittadini, tuttavia la posizione delle autorità di Conakry è rimasta rigida sul riconoscimento del numero di vittime durante gli scontri. Il ministro della Sicurezza, Damantang Albert Camara, ha accusato l’opposizione di aver sollevato una vera e propria “guerriglia urbana” nella capitale, confermando nei fatti solo la morte di sette manifestanti, fra i quali un giovane nella prima giornata di protesta di ottobre. Le autorità hanno tuttavia annunciato l’apertura di un’indagine per accertare le responsabilità dei fatti. In questo contesto, la comunità internazionale ha lanciato un appello urgente al dialogo politico in Guinea. La procuratrice generale della Corte penale internazionale (Cpi), Fatou Bensouda, ha puntato il dito contro l'escalation di violenze nel paese e sollecitato le autorità a riaprire il dialogo. "In seguito alle notizie di numerosi episodi di violenza in Guinea nelle ultime settimane, invito tutti i leader e i loro sostenitori ad astenersi dalla violenza e a riprendere il dialogo per evitare nuove vittime", afferma la nota diffusa dalla Cpi, nella quale Bensouda ricorda che "chiunque commette, ordina, incita, incoraggia o contribuisce in altro modo a commettere crimini atroci (...) è soggetto a procedimenti giudiziari da parte dei tribunali guineani o della Cpi". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..