RUSSIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Russia: oltre 500 le denunce per violazione della quarantena (4)
 
 
Mosca, 26 mar 16:06 - (Agenzia Nova) - Tuttavia, secondo il presidente russo, non è sufficiente assistere i cittadini: bisogna aiutare anche le imprese, in modo che queste garantiscano il mantenimento dei posti di lavoro. “Ho chiesto alla Banca centrale di creare un meccanismo per l’estensione dei prestiti concessi agli imprenditori che operano nei settori più colpiti”, ha detto il capo dello Stato russo, ricordando che il reddito dei cittadini ha subito un calo che si aggira intorno al 30 per cento a causa della crisi. In una situazione di emergenza, ha aggiunto, è giusto che le persone possano avere un lasso di tempo ragionevole per il pagamento dei loro debiti. Non solo, Putin ha proposto delle misure che garantiscano alle imprese “una protezione” dal fallimento. "Propongo di introdurre una moratoria sul deposito delle dichiarazioni di fallimento per le aziende e il recupero di debiti e multe per un periodo di sei mesi", ha detto il capo dello Stato. "Queste misure saranno estese alle società che operano nei settori più colpiti dall'attuale difficile situazione", ha spiegato il presidente. Importante, inoltre, l’annuncio di una riduzione dell’aliquota dei premi assicurativi dal 30 al 15 per cento per i dipendenti di piccole e medie imprese il cui salario è superiore al minimo consentito. “Dobbiamo fare tutto il necessario per proteggere il reddito dei cittadini, soprattutto i dipendenti delle piccole e medie imprese”, ha detto Putin, aggiungendo che il provvedimento resterà in vigore anche una volta superata la crisi, per “incentivare i datori di lavoro ad aumentare i salari dei propri dipendenti”. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..