SIRIA
 
Siria: Turchia chiede ai partner della comunità internazionale l’imposizione di una no fly zone
 
 
Ankara, 28 feb 08:55 - (Agenzia Nova) - La Turchia ha chiesto una no fly zone sulla Siria dopo che un raid dell’aviazione siriana ha ucciso 33 militari delle Forze armate turche nella provincia nord occidentale di Idlib. Lo riferisce il quotidiano turco “Yeni Safak”. In un messaggio sul suo profilo Twitter, il portavoce della presidenza turca Fahrettin Altun ha criticato Russia e Iran, che appoggiano il presidente siriano Bashar al Assad, sostenendo che il loro continuo sostegno al governo di Damasco farà perdere loro ogni credibilità. Le Nazioni Unite, hanno richiesto la cessazione immediata delle ostilità, per evitare un’escalation ancora più grave. In una nota, il portavoce Onu, Stephane Dujarric, ha dichiarato: "Senza un'azione urgente, il rischio di un'escalation ancora maggiore aumenta di ora in ora". Intanto, un portavoce del Dipartimento di Stato Usa ha dichiarato che Washington sostiene il suo alleato Nato, la Turchia, e continua a chiedere "la fine immediata di questa spregevole offensiva da parte del regime di Assad, della Russia e delle forze sostenute dall'Iran". Per oggi la Turchia ha richiesto una riunione straordinaria della Nato per discutere la crisi in corso a Idlib. In una conversazione telefonica con il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, il segretario generale Jnes Stoltenberg "ha condannato i continui attacchi aerei indiscriminati da parte del regime siriano e della sua Russia di sostegno nella provincia di Idlib".
(Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..