CINA
Mostra l'articolo per intero...
 
Cina: coronavirus, Oms prosegue oggi ulteriori discussioni (8)
 
 
Pechino, 23 gen 04:15 - (Agenzia Nova) - Diversi esperti sospettano però che l’entità dell’infezione sia più grave di quanto emerso sinora: uno studio dell’Imperial College di Londra, ad esempio, stima che in realtà i casi di contagio nella sola Wuhan siano stati oltre 1.700 sino allo scorso 12 gennaio. Il professore Neil Ferguson, uno degli autori del rapporto, ha spiegato che i soggetti che presentano i sintomi meno acuti potrebbero scambiare l’infezione per una comune influenza, e non allertare le autorità mediche. Il ritardo medio tra la contrazione dell’infezione e la diagnosi sarebbe di circa 10 giorni; tale ritardo apre al rischio di una maggiore diffusione del virus, ma pare anche dimostrare che per il momento la patologia presenta un rischio sanitario meno acuto di quanto temuto a livello internazionale. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..