SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: Siria, Erdogan, sull'accordo di Sochi non scenderemo a compromessi

Ankara, 27 feb 15:00 - (Agenzia Nova) - La Turchia non scenderà a compromessi sull’accordo di Sochi, stretto nel settembre del 2018 con la Russia per rendere “zona demilitarizzata” la regione di Idlib, nel nord-ovest della Siria. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan di ritorno dall’Azerbaigian, ripreso dall’agenzia di stampa “Anadolu”. “Vogliamo tutto ciò che è previsto nell’accordo di Sochi. Non possiamo scendere a compromessi e faremo tutto quel che è necessario perché l’intesa venga attuata”, ha affermato il leader turco. Erdogan ha parlato anche della riunione sugli ultimi sviluppi a Idlib che dovrebbe tenersi il prossimo 5 marzo con il presidente russo Vladimir Putin, il francese Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Angela Merkel. A questo proposito, il capo dello Stato di Ankara ha fatto sapere che i colloqui “si terranno probabilmente a Istanbul” e che si deve ancora decidere se gli incontri saranno bilaterali o nel formato a quattro. Erdogan ha anche respinto le critiche rispetto alla presenza militare turca nel nord della Siria, sottolineando come l’operazione “Fonte di pace” avviata lo scorso 9 ottobre si basi sull’Accordo di Adana stretto da Ankara e Damasco nel 1998. “Significa che possiamo seguire i terroristi ovunque vadano. È questo che la Turchia sta facendo”, ha affermato il presidente turco precisando di riferirsi al Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk), alle Unità di protezione popolari (Ypg) e allo Stato islamico. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..