SUDAFRICA
 
Sudafrica: Ramaphosa annuncia nuove misure per aumentare capacità di generare energia
 
 
Pretoria, 14 feb 10:09 - (Agenzia Nova) - Il Sudafrica si procurerà presto energia rinnovabile aggiuntiva per alleviare la carenza di elettricità dovuta alle continue interruzioni da parte della compagnia statale Eskom, che versa in grave crisi finanziaria. Lo ha dichiarato il presidente Cyril Ramaphosa nel suo discorso sullo stato della nazione tenuto davanti al parlamento di Città del Capo. “Nei prossimi mesi, mentre Eskom lavorerà per ripristinare le sue capacità operative, implementeremo misure che aumenteranno radicalmente le capacità di generazione di energia nel nostro paese”, ha affermato Ramaphosa, il cui intervento è stato a più riprese interrotto dalle proteste dell’opposizione. “Avvieremo l'approvvigionamento di energia di emergenza da progetti in grado di fornire elettricità alla rete entro 3-12 mesi dall'approvazione”, ha aggiunto. Alla fine di gennaio il nuovo amministratore delegato di Eskom, Andre de Ruyter, ha annunciato la sua intenzione di nominare al più presto i nuovi membri del Consiglio di amministrazione che sarà preposto alla suddivisione della compagnia in tre entità, come deciso lo scorso anno dai vertici del gruppo su richiesta del presidente sudafricano Cyril Ramaphosa. De Ruyter ha avvertito che in questa fase di riorganizzazione la probabilità di interruzioni di corrente aumenterà nel medio termine, nell'attesa che siano effettuati i dovuti interventi di manutenzione, e ha avvertito che gli interessi sul bilancio del gruppo potrebbero aumentare.

La compagnia, che produce oltre il 90 per cento dell'elettricità in Sudafrica, è stata fortemente danneggiata quest'anno da una serie di guasti tecnici nelle sue centrali elettriche a carbone che hanno reso necessarie numerose interruzioni di corrente, oltre che da una crisi finanziaria che ha influito negativamente sulla sua liquidità. Ramaphosa aveva annunciato in parlamento a fine ottobre la nomina di un nuovo amministratore delegato permanente per la compagnia statale, precisando che le continue interruzioni di corrente programmate nel corso dell'anno hanno reso indispensabile e urgente la nomina. “Presto annunceremo la nomina di un amministratore delegato permanente di Eskom che, insieme a un Consiglio (di amministrazione) rafforzato, avrà il compito di cambiare l'entità (della compagnia)”, aveva detto Ramaphosa, che da tempo ha annunciato l'intenzione di scorporare la compagnia statale in tre entità, nel tentativo di salvarla dal fallimento e di far ripartire l’economia. “La sfida che abbiamo di fronte è enorme. Per prima cosa dobbiamo far ripartire la nostra economia”, aveva aggiunto Ramaphosa. “Eskom è in crisi e i rischi che pone per il Sudafrica sono elevati. Abbiamo bisogno di prendere decisioni audaci e di intraprendere azioni decisive. Le conseguenze possono essere dolorose, ma saranno ancora più devastanti se le ritardiamo”, ha detto il capo dello Stato, annunciando che il governo sosterrà il bilancio di Eskom. Eskom, su cui pesano oltre 30 miliardi di dollari di debiti, nell'anno finanziario 2018-2019 ha registrato perdite per 1,46 miliardi di dollari, una cifra in netto aumento rispetto ai circa 162,2 milioni di dollari registrati dell'anno precedente. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..