MEDIO ORIENTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Medio Oriente: la nuova versione Usa sull'assassinio di Mughniyeh potrebbe danneggiare colloqui su nucleare iraniano
 
 
Gerusalemme, 02 feb 2015 19:31 - (Agenzia Nova) - Ha fatto molto discutere in Israele la pubblicazione da parte della stampa statunitense di una nuova versione sull’assassinio di Imad Mughniyeh, all’epoca dei fatti (era il 2008) capo della sicurezza del movimento sciita libanese Hezbollah. Sebbene abbia sempre negato ufficialmente il proprio coinvolgimento nell’azione, l’intelligence israeliana, il Mossad, è sempre stata considerata dal Partito di Dio responsabile dell’omicidio, avvenuto a Damasco mediante l’esplosione di un’autobomba. Gli stessi servizi di Tel Aviv avevano cercato in più circostanze di colpire Mughniyeh nel corso degli anni precedenti. Citando cinque ex ufficiali della Cia in condizioni di anonimato, il “Washington Post” ha rivelato che l’operazione sarebbe stata in realtà preparata in un primo momento proprio dall’intelligence statunitense. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..