SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: presidente azerbaigiano Aliyev, Tap sarà completato entro fine 2020
 
 
Roma, 21 feb 14:15 - (Agenzia Nova) - Il gasdotto Transadriatico (Tap) sarà completato entro la fine del 2020 e “ho invitato il presidente del Consiglio Conte a venire in visita in Azerbaigian per partecipare alla cerimonia di inaugurazione". Lo ha detto il presidente azerbaigiano Ilham Aliyev nel suo intervento al business forum Italia-Azerbaigian, che si tiene oggi alla Farnesina. Il presidente azerbaigiano ha definito Italia e Azerbaigian, due paesi vicini nel settore politico, economico e culturale. Aliyev ha sottolineato in particolare i progressi raggiunti nella cooperazione nei settori dell’aerospazio e della difesa, “base per la collaborazione futura” anche in questo campo. Sul fronte economico, ha detto Aliyev, “l’Italia è il primo partner commerciale dell’Azerbaigian, ma questo è possibile grazie al settore oil and gas mentre dobbiamo diversificare i progetti”. “Il gasdotto Tap – ha detto - ci renderà partner per diversi anni nel settore delle forniture di gas naturale”. Secondo Aliyev questo progetto è stato completato al 92 per cento e “sono certo che alla fine del 2020 potremmo festeggiare la conclusione di questo gasdotto”. “Ho invitato Conte a venire in Azerbaigian per partecipare alla cerimonia di inaugurazione del Tap”, ha dichiarato il presidente azerbaigiano, definendo questo gasdotto un progetto “senza precedenti” che unisce sette paesi. Aliyev ha sottolineato anche il potenziale nello sviluppo delle energie rinnovabili, in particolare per quanto riguarda il solare e l’eolico. Ma la cooperazione economica tra Italia e Azerbaigian, secondo il presidente, non è limitata al settore energetico e registra un potenziale importantissimo nei trasporti “settore su cui l’Azerbaigian ha fatto tantissimo” e pur non avendo accesso ai mari aperti ha creato assi nord-sud e est-ovest. “Questo apre le porte ad una cooperazione internazionale allargata”, ha dichiarato Aliyev, menzionando anche l’accordo tra le Ferrovie italiane e quelle dell’Azerbaigian. Il presidente azerbaigiano ha quindi ricordato l’accordo siglato ieri nel settore della difesa, che pone le basi della cooperazione anche in questo campo. “E nel settore agroalimentare possiamo agire insieme nei mercati terzi”, ha dichiarato il presidente parlando in particolare della produzione di vini, di olio di oliva e di noci. “L’Italia è partner numero uno in campo politico e dobbiamo confermare questo primato anche nel campo economico”, ha concluso. (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..