ITALIA-CINA
Mostra l'articolo per intero...
 
Italia-Cina: Bradanini (Cscc) a "Nova", coronavirus potrebbe danneggiare adempimenti accordi commerciali (5)
 
 
Pechino, 19 feb 15:41 - (Agenzia Nova) - Sulle misure adottate dal Roma per limitare gli effetti dell'epidemia da coronavirus, Bradanini ci tiene a sottolineare che "l'Italia non ha fatto niente di drammatico". Secondo l'ex diplomatico qualsiasi decisione di interrompere i voli diretti oppure di contenere la diffusione del disagio sul piano internazionale avrebbe dovuto essere concordata con i principali attori: governo della Cina, Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e Organizzazione internazionale dell'aviazione civile (Icao). "Questo non è avvenuto", ha sottolineato Bradanini secondo cui questa decisione avrebbe dovuto includere soprattutto i paesi membri della Convenzione di Schengen. "Nell'area Shenghen ci si può spostare liberamente senza nessun controllo. Se si arriva in macchina dalla Francia, dall'Austria, dalla Svizzera o dalla Slovenia oppure in traghetto dalla Grecia non c'è nessun controllo", sottolinea. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..