FARNESINA
 
Farnesina: Schiavone (Cgie), referendum su riduzione parlamentari mina rappresentanza italiani all'estero
 
 
Roma, 19 feb 14:15 - (Agenzia Nova) - Se venisse approvata la riduzione dei parlamentari proposta nel referendum del prossimo mese di marzo, la rappresentanza degli italiani all'estero risulterebbe ulteriormente deficitaria rispetto a quella dei connazionali residenti in Italia. Lo ha sottolineato il segretario generale del Consiglio generale degli italiani all'estero (Cgie), Michele Schiavone, nel corso della conferenza stampa tenuta oggi alla Farnesina al termine della riunione del comitato di presidenza dell'organismo. "La rappresentanza degli italiani all'estero, oggi di 18 parlamentari, non corrisponde numericamente alla rappresentanza degli italiani residenti nel territorio nazionale", ha spiegato Schiavone, per il quale "la riduzione prevista dalla nuova legge non tiene conto dell'aumento della presenza degli italiani all'estero", per questo sarebbe "utile mantenere quel numero di 18 parlamentari". Ridurre questa rappresentanza "di oltre il 36 per cento", ha spiegato il segretario generale, avrebbe effetti "caricaturali", dal momento che "ogni parlamentare si troverebbe a rappresentare oltre 1,5 milioni di cittadini", con impegni che "nessun Superman" potrebbe sostenere. Nella consapevolezza della "profonda distanza" esistente fra la partecipazione elettorale in Italia e all'estero, Schiavone ha quindi invitato a garantire ai cittadini residenti all'estero il diritto ad una "giusta partecipazione" politica. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..