MEDIO ORIENTE

 
 
 

Medio Oriente: portavoce Abbas condanna annuncio Netanyahu su nuovi insediamenti a Gerusalemme

Ramallah , 20 feb 16:37 - (Agenzia Nova) - Il portavoce dell’Autorità nazionale palestinese (Anp), Nabil Abud Rudeinah, ha condannato la decisione del primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, di edificare nuove unità abitative in due quartieri a est di Gerusalemme. Lo riferisce l’agenzia di stampa palestinese “Wafa”. “L’insistenza di Netanyahu sulla costruzione di migliaia di insediamenti nelle terre dello Stato palestinese è una distruzione sistematica della soluzione a due Stati, per attuare l’accordo del secolo in violazione di tutte le risoluzioni internazionali e del diritto internazionale”, ha affermato Abu Redeinah. Per il portavoce della presidenza palestinese, “il tentativo di Netanyahu di ottenere i voti dalla destra israeliana alla vigilia delle elezioni a spese dei diritti dei palestinesi non porterà pace e stabilità a nessuno e porterà nella regione maggiori tensioni e violenze”. Il piano proposto da Netanyahu “mira a separare completamente la città di Gerusalemme da Betlemme”, ha concluso. Il primo quartiere è un’espansione dell’area di Har Homa, dove è pianificata la costruzione di 2.200 unità abitative. I progetti non sono stati ancora presentati ai rispettivi comitati di pianificazione e ci vorranno anni prima che vengano finalizzati e approvati, evidenzia il quotidiano israeliano “Haaretz”. L’altro quartiere dove saranno costruite 2.600 unità abitative è Givat Hamatos. Le case saranno costruite su terreni di proprietà dello Stato ebraico e sono destinate ai residenti ebrei. Il piano per la costruzione del quartiere di Givat Hamatos è stato presentato per la prima volta nel 2012, provocando le reazioni di condanna da parte della comunità internazionale per tagli ai collegamenti tra Beit Shafafa e Sharafat con la Cisgiordania.
(Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..